Quali sono i diversi nomi di Dio e che cosa significano?

Ognuno dei tanti nomi di Dio descrive un aspetto diverso del suo carattere multiforme. Ecco alcuni dei nomi più noti di Dio nella Bibbia:

EL, Eloah: Dio “potente, forte, di primo piano” (Neemia 9:17; Salmo 139: 19) – etimologicamente, El sembra significare “potere”, come in “Ho il potere di farti del male” (Genesi 31:29 ). El è associata ad altre qualità, come l’integrità (Numeri 23:19), la gelosia (Deuteronomio 5: 9), e la compassione (Neemia 9:31), ma l’idea principale di “potrebbe” rimane.

ELOHIM: Dio «Creatore, potente e forte” (Genesi 17: 7; Geremia 31:33) – la forma plurale di Eloah, che ospita la dottrina della Trinità. Dalla prima frase della Bibbia, la natura superlativa della potenza di Dio è evidente come Dio (Elohim) parla del mondo in esistenza (Genesi 1: 1).

El Shaddai: “Dio Onnipotente”, “il Potente di Giacobbe” (Genesi 49:24; Salmo 132: 2,5) – parla al potere ultimo di Dio su tutto.

Il Signore: “Signore” (Genesi 15: 2; Giudici 6,15) – utilizzato al posto di YHWH, che è stato pensato dagli ebrei di essere troppo sacro per essere pronunciato da uomini peccatori. Nel Vecchio Testamento, YHWH è più spesso utilizzato in rapporti di Dio con il suo popolo, mentre Adonai è usato di più quando si tratta con le genti.

YHWH / YAHWEH / GEOVA: “SIGNORE” (Deuteronomio 6: 4; Daniel 9,14) – a rigor di termini, l’unico nome proprio di Dio. Tradotto in inglese Bibbie “Signore” (tutti i capoluoghi) per distinguerlo da Adonai, “Signore”. La rivelazione del nome è prima dato a Mosè “Io sono colui che sono” (Esodo 3:14). Questo nome indica un’ immediatezza, una presenza. Il Signore è presente, accessibile, vicino a coloro che lo invocano per la liberazione (Salmo 107: 13), il perdono (Salmo 25:11) e la guida (Salmo 31: 3).

YAHWEH-JIREH: “il Signore provvederà” (Genesi 22,14) – il nome immortalato da Abramo quando Dio ha fornito l’ariete da sacrificare al posto di Isacco.

YAHWEH-RAPHA: “Il Signore che guarisce” (Esodo 15,26) – “Io sono l’Eterno che ti guarisce”, sia nel corpo e nell’anima. Nel corpo, preservando da e cura delle malattie, e nell’anima, perdonando iniquità.

YAHWEH-NISSI: “Il Signore nostro Banner” (Esodo 17:15), in cui bandiera è inteso come un luogo di incontro. Questo nome commemora la vittoria del deserto nel corso degli Amaleciti in Esodo 17.

YAHWEH-M’KADDESH: “Il Signore che santifica, rende santo” (Levitico 20: 8; Ezechiele 37:28) – Dio rende chiaro che solo Lui, non la legge, può purificare il suo popolo e renderli santi.

YAHWEH-SHALOM: “Il Signore la nostra pace” (Giudici 06:24) – il nome dato da Gedeone all’altare ha costruito dopo l’Angelo del Signore gli ha assicurato che non sarebbe morto, come ha pensato che dopo averlo visto.

YAHWEH-ELOHIM: “Signore Dio” (Genesi 2: 4; Salmo 59: 5) – una combinazione di nome univoco di Dio YHWH e il generico “Signore”, a significare che Egli è il Signore dei Signori.

YAHWEH-TSIDKENU: “Il Signore nostra giustizia” (Geremia 33:16) – Come con YHWH-M’Kaddesh, è solo Dio che fornisce la giustizia per l’uomo, in ultima analisi, nella persona del Suo Figlio, Gesù Cristo, che divenne peccato per noi “che noi potessimo diventare giustizia di Dio in lui” (2 Corinzi 5:21).

YAHWEH-Rohi: “Il Signore nostro Pastore” (Salmo 23: 1) – Dopo David rifletteva la sua relazione come un pastore per le sue pecore, si rese conto che era esattamente il rapporto Dio aveva con sé, e così egli dichiara, “Yahweh-Rohi è il mio pastore. Non manco di nulla “(Salmo 23: 1).

YAHWEH-SHAMMAH: “Il Signore è là” (Ezechiele 48:35) – il nome attribuito a Gerusalemme e del Tempio lì, a indicare che la gloria, una volta-partito del Signore (Ezechiele 8-11) era tornato (Ezechiele 44: 1 -4).

YAHWEH-SABAOTH: “Il Signore degli eserciti” (Isaia 01:24; Salmo 46: 7) – Host significa “orde”, sia degli angeli e degli uomini. Egli è il Signore del l’esercito del cielo e degli abitanti della terra, di ebrei e gentili, di ricchi e poveri, master e slave. Il nome è espressiva della maestà, il potere e l’autorità di Dio e dimostra che egli è in grado di compiere ciò che decide di fare.

El Elyon:. “Altissimo” (Deuteronomio 26:19) – deriva dalla radice ebraica “salire” o “salire”, così l’implicazione è di ciò che è il più alto di El Elyon denota esaltazione e parla del diritto assoluto alla signoria.

EL ROI: “Dio di aver visto” (Genesi 16,13) – il nome attribuito a Dio da Agar, solo e disperato nel deserto dopo essere stato cacciato da Sarah (Genesi 16: 1-14). Quando Agar ha incontrato l’Angelo del Signore, si rese conto che aveva visto Dio stesso in una teofania. Ha anche reso conto che El Roi la vide nella sua angoscia e testimoniato che Egli è un Dio che vive e vede tutto.

EL-OLAM: “Everlasting Dio” (Salmo 90: 1-3) – la natura di Dio è senza inizio né fine, libera da tutti i vincoli di tempo, ed Egli contiene in sé la causa stessa del tempo stesso. “Ab eterno in eterno, Tu sei Dio.”

EL-GIBHOR: “Dio potente” (Isaia 9: 6) – il nome che descrive il Messia, Cristo Gesù, in questa porzione profetico di Isaia. Come un guerriero potente e potente, il Messia, il Dio potente, compirà la distruzione dei nemici di Dio e governare con una verga di ferro (Apocalisse 19:15).

 

Leggi di più:  Si può rendere grazie a Dio anche per un anno poco lieto?