Silvia Mezzanotte : la devozione a Maria e il Cammino di Santiago

0
1951

Silvia Mezzanotte : la devozione a Maria e il Cammino di Santiago

Intervista alla cantante Silvia Mezzanotte che per anni ha prestato la sua voce al gruppo “Matia Bazar” dal 1999 al 2004, poi vi fu una breve pausa ma ritornò come cantante del gruppo nel 2010 fino al 2015.

Dal 2016, dopo la morte del Capitano Giancarlo Golzi, Silvia inizia un nuovo percorso artistico come solista.

In quest’intervista conosceremo il suo lato spirituale e la sua devozione a Maria.

 

Silvia, lasci il gruppo dei Matia Bazar dopo la scomparsa di Giancarlo Golzi. Sei rimasta emotivamente provata da quest’accaduto?

Si, perché Giancarlo, aldilà della sua professione e professionalità, era per me un grandissimo amico possiamo dire anche un fratello.

E’ stato lui che mi ha scoperta e mi ha voluta all’interno del gruppo, sin dall’inizio.

L’ho conosciuto nel 1999 e nel 2000 abbiamo cominciato quest’avventura insieme con il gruppo Matia Bazar.

Ancora una volta, nel 2010 è stato grazie a lui che sono rientrata all’interno del gruppo perché quando c’eravamo rincontrati, la progettualità del gruppo mi piaceva molto poi di conseguenza la sua scomparsa, ha portato nella mia vita ma anche nel gruppo una voragine immensa, per cui continuare non aveva più senso.

 

Ti sei avvicinata alla fede dopo la morte di Giancarlo?

No, sono sempre stata vicina alla fede. Sono nata in una famiglia laica, ho vissuto la fede in assoluta armonia, sin da bambina credevo e nessuno me l’ha trasmessa. La mia fede o meglio spiritualità non si concentra in una dimensione ecclesiastica anzi vado in chiesa quando non c’è nessuno.

Poi ho iniziato a fare un mio percorso e credo che le persone che se ne vanno da questa terra continuano a starci vicino in maniera del tutto diversa.