“Un angelo per amico” – Storia di una conversione

“Un angelo per amico” – Storia di una conversione

Intervista a Marilena Turnassi, autrice del libro “Un angelo per amico”, una testimonianza di fede in cui, Marilena racconta la sua vita ed il suo percorso di conversione, fatto di segni, angeli, e costellato anche di sofferenze dovute alla perdita di persone care.

Marilena, prima della sua conversione, aveva una vita lavorativa abbastanza attiva: era segretaria di un Onorevole, poi dal 2000 ha lavorato al programma “La Vita in diretta” come pubblico. Adesso oltre ad essere una mamma, è una nonna, ed ha una vita attiva nella parrocchia.

Marilena Turnassi è membro attivo del movimento internazionale delle “Rondinelle”.

 

Nel tuo libro racconti di un episodio particolare che riguarda proprio la presenza degli angeli nella tua vita …

Quando è successo quell’incontro straordinario che vi racconterò, era un periodo in cui mi definivo “credente ma non praticante”. Non sapevo pregare perché non frequentavo la chiesa ma avevo un dialogo diretto con il Signore.

Diciotto anni fa, mi ritrovai a cambiare casa, e la prima cosa che entrò dentro casa mia fu proprio, un quadro raffigurante degli angeli.

Quando per la prima volta vidi quel quadro, mi trasmise subito un senso di pace, di serenità e di gioia.

Tutte le mattine, rimanevo sola a casa, mi alzavo dal letto e mi sedevo in salotto  e cominciavo a parlare con questi angeli raffigurati nel quadro.

A me la casa che acquistammo non mi piaceva, mi trasmetteva negatività, solo quel quadro mi trasmetteva gioia e pace.

Una mattina delle tante, entrando in camera da pranzo, vidi una forte luce azzurra che poi scomparve.

Poi successivamente, in una giornata di sabato,  mentre mi ritrovavo in cucina a fare colazione, mi voltai e vidi un angelo enorme che oltrepassava l’altezza della porta, aveva i capelli biondi ed un abito azzurro. Dopo poco, scomparve. Rimasi entusiasta e sorpresa di ciò che avevo visto.

La stessa sera avevamo una cena a casa nostra con i suoceri di mia figlia. Ricordo che mia figlia Romina con il fidanzato non si sedettero a tavola ed erano abbastanza agitati. L’indomani mattina mia figlia, mi spiegò il motivo del loro comportamento e mi disse di essere incinta.

Romina, all’epoca, aveva soltanto 18 anni, ed io essendo lontana dalla fede, non accettai il bambino e le consigliai subito di abortire.

Mia figlia a tutti  i costi voleva tenere il bambino, ma io continuavo ad insistere che doveva abortire. La stessa notte, mi venne in sogno lo stesso angelo che avevo visto nel mio salotto, e sentii una sensazione incredibile al punto che capii che quell’apparizione voleva “annunciarmi” qualcosa, così capii che il Signore voleva da me che accettassi questa nuova creatura in grembo a mia figlia.

Quando mi convertii, il mio Padre spirituale mi spiegò che quell’angelo era l’arcangelo Gabriele, l’angelo delle annunciazioni.

1
2
3
4
Articolo precedenteChe bello vivere in pace
Articolo successivoNon darci peso…
Avatar
Rita Sberna (Presidente)è nata nel 1989 a Catania. Nel 2012 ha prestato servizio di volontariato presso una radio sancataldese “Radio Amore”, lì nasce la trasmissione da lei condotta “Testimonianze di Fede”.Continua a condurre “Testimonianze di Fede” per la radio web di Don Roberto Fiscer “Radio Fra le note” con sede a Genova e per Cristiani Today in diretta Live.Nel 2014 ha scritto per il settimanale nazionale “Miracoli” e il mensile “Maria”.Nel 2013 esce il suo primo libro “Medjugorje l’amore di Maria” dedicato alla Regina della Pace e nel 2017 con l’associazione Cristiani Today pubblica il suo secondo libro “Il coraggio di aver Fede”. Inoltre su Cristiani Today scrive vari articoli legati alla cristianità e cura la conduzione web dei programmi Testimonianze di Fede e di Cristiani Today live.