Una mamma cattolica “indossa” la sua fede

Un modo nuovo per evangelizzare l’amore di Dio

Amare Dio non basta! Quando si ama qualcuno bisogna anche farlo vedere agli altri ed imprimere nell’altro la voglia di “amare”. E’ quello che ogni figlio di Dio dovrebbe fare per “evangelizzare” ma non è sempre facile condividere quest’amore con gli altri, questo perché la sensibilità, il credo, la cultura ed il contesto sociale di oggi è molto variegato e mette davanti una serie di ostacoli e difficoltà espressive.

Ma in tutto questo c’è qualcuno che aiuta a rendere tutto più facile: si tratta di una compagnia di abbigliamento.

Lauren Winter è mamma di tre figli, recentemente ha letto i risultati di una ricerca e ne è rimasta sconvolta: se il 94-97% dei millennials cristiani crede “che la cosa migliore che potrebbe mai accadere a qualcuno è conoscere Gesù”, uno scioccante 47% di loro crede “almeno un po’” che sia “sbagliato condividere le proprie convinzioni personali con qualcuno di una fede diversa nella speranza che un giorno condivida la stessa fede”, ovvero evangelizzare.

Così la donna si è sentita chiamata in causa ed ha pensato di facilitare le donne cattoliche a testimoniare la propria fede in maniera aperta utilizzando una modalità trendy e così nasce il suo business nel campo dell’abbigliamento, Brick House in the City.

“Questo business è nato dal mio desiderio di indossare qualcosa di cattolico che mi facesse sentire incoraggiata nel corso della giornata, ma anche qualcosa di elegante che si potesse vedere su uno scaffale da Target ha affermato la Winter.

Le magliette offrono un’ispirazione cristiana, dalle frasi della Bibbia alle frasi dei santi e poi maglie con immagini della Madonna ecc.

“Queste magliette sono un modo per avviare conversazioni positive, per sostenere le donne nella nuova evangelizzazione. Fanno sentire più a proprio agio nell’essere pubblicamente una donna cristiana. Incoraggia e apre le porte alle conversazioni con gli altri” ha dichiarato Lauren.

Le magliette di Brick House in the City, in due soli anni di attività, sono diventate parte integrante della vita di molte donne.

C’è una maglietta in particolare che riporta una richiesta specifica alle donne che la indossano, la Hope Tee, ovvero quella di chiedere una preghiera per le coppie che portano la Croce dell’infertilità.

“Ci sono state donne in travaglio e che hanno partorito con le mie magliette, che hanno corso maratone o sono andate a visite mediche difficili indossandole”, La maglietta è una cosa tangibile, confortabile”. Ogni donna la indossa in vari momenti della propria vita.

L’idea di Lauren fa capire che una semplice t-shirt può essere un modo per evangelizzare, aprire il dialogo mettendo Dio al centro, dare modo alle persone di aprire il proprio cuore e sperimentare la presenza di Dio.

Rita Sberna

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here