Il Cardinale Ernest Simoni a Medjugorje

In questi giorni a #Medjugorje si sta svolgendo il #Festival dei #Giovani, evento annuale straordinario dove si vedono #giovani da tutto il #mondo esultare per la #Regina della #Pace.

Tra le varie personalità spunta quella di un #Cardinale, #Ernest #Simoni che da sempre ha creduto alle #apparizioni di Medjugorje, dandone più volte #testimonianza come ha fatto proprio in questi giorni.

Il Cardinale Simoni ha dato testimonianza di come la Regina della Pace lo abbia aiutato nella sua vita, la sua storia ha fatto il giro del mondo, commuovendo anche Papa Francesco.

Il Cardinale Ernest Simoni ha ribadito che la Madonna parla ai nostri cuori da 2000 anni e che in diversi luoghi della terra si è già manifestata come a Fatima, a Lourdes. Ha evidenziato il fatto che a Medjugorje, avvengono cose straordinarie se non per mano di Dio, come le grandi conversioni e le migliaia se non milioni, di confessioni.

Ma chi è Ernest Simoni?

Di famiglia cattolica, all’età di 10 anni entrò nel collegio francescano del suo paese natale dove rimase fino al 1948, quando il regime comunista di Hoxha chiuse il convento ed espulse i novizi. Dal 1953 al 1955 fu impegnato nel servizio militare obbligatorio al termine del quale riprese e portò a termine clandestinamente gli studi teologici, ricevendo l’ordinazione sacerdotale il 7 aprile 1956[1].

Il 24 dicembre 1963, dopo la celebrazione della Messa di Natale, fu arrestato dalle autorità comuniste, con l’accusa di aver celebrato Messe a suffragio del presidente americano John Fitzgerald Kennedy, assassinato pochi mesi prima. Incarcerato e torturato, venne condannato a morte, ma la pena fu successivamente commutata in 25 anni di prigionia e lavori forzati. Durante gli anni del carcere fu per i compagni di prigionia come un padre spirituale[2][3].

Leggi di più:  Fra Stefano Maria: Da una vita di trasgressione a frate francescano