Francesca Parisi, da “mangia preti” ad evangelizzatrice dell’amore di Dio sul web

La storia di una ragazza che ha incontrato l’amore di Dio e che non riesce a trattenerlo per se ma … lo divulga ai giovani attraverso l’evangelizzazione sul web.

 Francesca Parisi è una giovane studentessa universitaria, la famiglia vive in provincia di Matera, è la quarta di cinque figli, lei studia da qualche anno Lettere Moderne a Chieti e si occupa della Pastorale Universitaria.

Sul web è molto conosciuta, per il suo modo ironico di trasmettere la fede: attraverso i social più seguiti come facebook, instagram e tik tok.

Un tempo la chiamavano la “mangia Preti” perché aveva una visione distorta della Chiesa (come quella che hanno in tanti oggi) cioè vedeva solo il negativo: la pedofilia, i soldi … tutte menzogne (dice oggi Francesca) per offuscarne la vera bellezza.

Però qualcosa in lei inizia a cambiare nel 2014, grazie ad un volontariato che svolge in parrocchia. Tutti i giorni si ritrova a contatto con i sacerdoti, li riempiva di domande anche provocatorie, ma loro non si scomponevano, con pazienza l’ascoltavano e Dio aspettava i suoi tempi. Fino a che … c’è un inizio di cambiamento in lei, ogni giorno inizia ad andare a messa, a confessarsi; uno di quei sacerdoti diventa anche la sua guida spirituale ma la vera svolta arriva nel 2018, in un momento della sua vita, Francesca si sente “Figlia amata da Dio”, percepisce l’abbraccio paterno di un vero Padre che ci ha creati per amarci.

Francesca durante la pandemia, un po’ per gioco, ha iniziato a fare dei video ironici sul social tik tok, video che avevano sempre un messaggio cristiano, un modo diverso per evangelizzare; ma questo “gioco” è diventato qualcosa di più importante, infatti molti giovani la seguono e alcuni di loro trovano nei suoi video delle risposte.

Leggi di più:  50 preghiere per cercatori di speranza

I video di Francesca fanno la differenza perché come ben sappiamo, tik tok è un social in cui si trova di tutto e vedere video “cristiani” diventa quasi un eccezione.

Dice a Cristiani Today – che secondo lei “ciò che oggi cercano i giovani sono le “approvazioni”, sui social molti raccontano la propria malattia, che sia la depressione, una paura, un ossessione e una volta condivisa sul web, l’obiettivo è essere apprezzati e approvati. Anche una semplice foto cerca approvazioni.”

Lei nei suoi video ha notato varie reazioni, c’è chi la contatta in privato per ringraziarla (quasi come se farlo pubblicamente fosse una vergogna) c’è chi invece non essendo cristiano l’accusa di idolatria.

Ma c’è un desiderio, una grazia che Francesca chiede a Gesù in particolare per la sua missione di evangelizzazione, cioè che venga sfatato un mito di una Chiesa brutta, che non ha fonte di amore e di grazia. Ma spera che tanta gente che nella realtà è sola, possa trovare “compagnia” nella verità che rende liberi le persone. In ogni caso Francesca attraverso la sua evangelizzazione spera che Gesù possa operare in chi la segue.

“Che Dio ha tutti nel suo cuore, questa è una verità che tutti devono sapere”- conclude Francesca.