Gregorio XVI e l’enciclica Mirari Vos

Gregorio XVI e l'enciclica Mirari Vos

L’Enciclica Mirari Vos, scritta da Papa Gregorio XVI  è pubblicata il 15 Agosto 1832 ed è la prima storica Enciclica sociale della chiesa Cattolica, dove si parla esplicitamente in difesa dalla santità terrena della famiglia Cristiana volut da Dio e da Egli Consacrata.

La famiglia Cattolica è un punto di riferimento per il mondo futuro e per le nuove generazioni, che nelle loro sante famiglie devono trovare la giusta via e la giusta vocazione per la loro stessa vita.

Un passo della Mirari Vos in difesa e in  onore del Matrimonio nella fede in Dio recita così:

Inoltre, l’onorando matrimonio dei Cristiani esige le Nostre comuni premure affinché in esso, chiamato da San Paolo «Sacramento grande in Cristo e nella Chiesa»

(Eb 13,4), nulla s’introduca o si tenti introdurre di meno onesto che sia contrario alla sua santità o leda l’indissolubilità del suo vincolo. “

Il Papa mise in primo piano l’indissolubilità del tra uomo matrimonio contratto al cospetto di Dio.

L’uomo non osi dividere ciò che Dio ha unito

Anche questa Enciclica sembra scritta oggi da Papa Francesco per via della sua grande modernità e contemporaneità.

E non è solo una questione di modernità della chiesa, è proprio una questione sociale e storica, il fatto che nessuno osi mai dividere ciò che Dio ha Creato.

Il matrimonio tra uomo e donna è il punto d’inizio di una società nuova, che fonda tutto il suo essere famiglia nella fede in Gesù Cristo e nella preghiera, e questo discorso valeva al tempo di Papa Gregorio, ma ancor più oggi, in quanto la famiglia è minacciata dalla società stessa.

Leggi di più:  Il Papa e lo Spirito Santo