Il modo che Charles de Foucauld aveva di pregare la Madonna

foto Avvenire

Charles de Foucauld ormai canonizzato da Papa Francesco aveva una grandissima devozione per la Madonna.

«Darò tutto a Maria, per Maria e in Maria», questo era quello che scriveva Charles de Foucauld. Questo santo francese aveva una grande devozione per la Madonna, sin da piccolino era stato molto legato alla sua mamma e già all’età di sei anni diceva anche che per godere della presenza di Gesù bisogna mettersi sulle orme di Maria.

Tutti gli anni quando arrivava il mese di maggio, Charles sperava che quel tempo fosse l’occasione per una nuova conversione, tantè che invocava Maria in diversi modi: lodi, invocazioni, rosari, atti di consacrazione ecc …

Charles de Foucauld nel 1893 si pose sotto la protezione di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso. Nel Natale 1893, si era spiritualmente perduto, e così si è messo a cercare l’aiuto di Maria perché temeva le insidie del maligno. Invocando l’aiuto di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso, gli chiedeva di portarlo fra le braccia, come aveva portato Gesù Bambino.

La devozione alla Madonna di Charles de Foucauld e l’amore per il rosario

Questa era una delle preghiere che rivolgeva alla Madonna nei vari momenti della sua vita: O Madre del Perpetuo Soccorso, aiutami, custodiscimi perché io sia obbediente a tuo Figlio”. 

Nei suoi scritti si legge che il rosario era diventata la sua arma nella lotta contro il Male; lo aiutava a superare la solitudine e si sentiva accompagnato da Dio.

I suoi misteri preferiti erano quelli gloriosi, ne sperimentava una profonda gioia.

 La disponibilità completa a Maria

Negli appunti spirituali raccolti in “Viaggiatore della notte” Charles racchiude in tre atti la sua completa disponibilità a Maria:

  1. Ho intenzione di custodire in me la volontà di donare a Maria tutto quel che ho da offrire: le mie opere, le mie preghiere, le mie sofferenze, tutto quello che mi soddisfa, tutta la mia vita spirituale, per donarmi finalmente a Gesù. Mi unirò a Maria, darò tutto a Maria, per Maria e in Maria.
  2. Darò tutta la mia vita apostolica e la mia vita spirituale a Maria.
  3. Mi trasformerò in Maria: lavorerò per trasformarmi in Maria, diventare un’altra Maria viva e operativa; sarò trasformato in lei e le darò i miei pensieri, i miei desiderî, le mie parole, le mie opere, le mie preghiere, le mie sofferenze, tutta la mia vita e la mia morte.

La Consacrazione alla Madonna

Il tempo di Natale termina con la festa della Presentazione del Signore, essa è stata l’occasione per il padre di Foucauld, di offrire la propria vita per le popolazioni del Sahara. Lui stesso disse che questo dono sacrificale sarebbe stato vano senza l’intercessione di Maria.

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here