Il nuovo libro di Diego Ligas “Voce nel Silenzio”

Con la prefazione del cardinale Angelo Comastri, Diego Ligas in queste pagine dona al lettore la possibilità di ascoltare nel silenzio la voce di Dio.

“Voce nel silenzio” edizione Palumbi è il nuovo libro di Diego Ligas, laico consacrato che vive e si spende presso l’istituto Poverette della Casa di Nazareth a Verona. Proprio a tale istituto, l’autore ha deciso di devolvere i proventi del libro che gode della prefazione del cardinale Angelo Comastri.

Diego Ligas è stato in passato un campione di karate e Judo e ballerino professionista, in seguito ha deciso di cambiare vita, cercando qualcosa che potesse dissetare la sua anima. Così si mette alla sequela di Cristo, si consacra a Lui e consacra la sua vita agli ultimi (o meglio, quelli che il mondo considera ”ultimi”).

Il silenzio come strumento di ascolto

E’ un libro che istruisce il lettore al silenzio, a fare spazio dentro se stessi per essere in grado di sentire una sola voce: quella di Dio. Questo è ciò che l’autore ha fatto per primo e che spera che coloro ai quali giungeranno queste pagine, possano essere di aiuto per ascoltare e ascoltarsi interiormente.

Nell’introduzione Diego Ligas scrive: “Il Signore è vivo, ci parla, certamente non alla maniera umana; è il nostro spirito che coglie la Sua Parola e desidera che essa s’incarni in noi stabilmente”.

Continua- “E’ utile vivere il deserto, ritirarsi per un po’ in solitudine sperimentando il silenzio, riscoprendo l’autentico rapporto con Dio, arrivando a svuotare se stessi per incontrare il volere del Padre.”

Pagine d’incoraggiamento e di speranza che donano al lettore una nuova luce, o meglio la vera luce che proviene soltanto dalla presenza di Cristo nella propria vita.

Leggi di più:  Corona angelica di S. Michele Arcangelo | La protezione degli angeli

Sempre nell’introduzione, l’autore rivolgendosi al lettore scrive: “Non siamo soli, non siamo ignorati, non siamo in balìa del caso confuso!

Ascolta e ascoltati … Gesù ti attende!”

Un libro che ci aiuta all’ascolto

Quanto è difficile in una società chiassosa come la nostra, praticare l’ascolto, ascoltare se stessi e sapere ascoltare il fratello!!! Eppure quest’esercizio è indispensabile per tutti coloro che vogliono essere apostoli di Cristo e seminare il suo amore.

Ciò che preme soprattutto l’autore è l’aumento delle vocazioni sia maschili che femminili nella sua Congregazione, ed è per questo che chiede preghiere a tutti coloro i quali si ritroveranno ad avere tra le man questo libro.

Abbiamo chiesto all’autore, quali sono stati i momenti di silenzio nella sua vita in cui ha sentito fortemente la voce di Dio, ed ecco ciò che ci ha detto: “I momenti di silenzio nella mia vita in cui ho sentito fortemente la Voce di Dio dentro di me sono stati sempre in 4 situazioni. Una ritirandomi da solo nella natura, nei boschi. L’altra stando in chiese solitarie con poche persone o nessuna. L’altra guardando negli occhi e facendo compagnia a delle persone con disabilitá mentali gravi assistite nel nostro Istituto religioso e l’altra, sembrerà strano, ma nei cimiteri, soprattutto se vado da solo, sento fortissima una sensazione paradisiaca e quindi la Voce del Signore, non voce sonora, ma Voce silenziosa che smuove le mie viscere.”

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna