Il significato del TAU francescano

Ecco qual è il significato della Croce amata da San Francesco

Il Tau è una croce particolare, ha una forma diversa dalle altre e spesso viene indossata dai francescani. Ha un origine molto antica, infatti sul sito “Nostre radici” troviamo scritto: “poiché la scrittura ebraica, e di conseguenza l’alfabeto ebraico, non venne formalmente codificata fino a quasi 200 anni dopo la nascita di Cristo, molte lettere erano talvolta tracciate in forme diverse a seconda delle regioni dove vivevano gli ebrei, sia in Israele sia nella ‘diaspora’ in luoghi al di fuori di Israele, prevalentemente nel mondo di lingua greca”.

Infatti la Croce ha una forma di T diversa da tutte le altre. Il testo continua dicendo: “L’ultima lettera dell’alfabeto ebraico – si legge ancora – rappresentava il compimento dell’intera parola rivelata di Dio. Questa lettera era chiamata TAU (o TAW, pronunciato Tav in ebraico), che poteva essere scritta: /\ X + T. Esso venne adoperato con valore simbolico sin dall’Antico Testamento; se ne parla già nel libro di Ezechiele: «Il Signore disse: Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme e segna un Tau sulla fronte degli uomini che sospirano e piangono…» (EZ. 9,4)”.

Da ciò che si legge in Ezechiele, sembrerebbe che il Tau era un sigillo segnato sulla fronte di coloro che erano stati scelti da Dio.

Abbiamo già capito che il Tau è una Croce e in quanto tale non è un amuleto da indossare, è il segno concreto di una devozione cristiana ma soprattutto un impegno di vita a seguire Cristo nella povertà e nella crocifissione.

Anche oggi il Tau è un segno, un sigillo che riconosce i Figli di Dio, ed è un forte segno di protezione contro il male.

Leggi di più:  Alcune mistiche che hanno visto gli angeli

Sul portale San Francesco Patrono d’Italia, possiamo leggere ciò che per San Francesco stesso, rappresentasse il Tau: “Con tale sigillo, san Francesco si firmava ogniqualvolta o per necessità o per spirito di carità, inviava qualche sua lettera” (FF 980); “Con esso dava inizio alle sue azioni” (FF 1347).

Non è un caso che il Tau sia in legno, proprio perchè è un materiale povero e richiama chi lo indossa a vivere una vita semplice e povera in spirito.