La bellezza del Santuario di Vallepietra, luogo in cui si respira la Santissima Trinità

Foto di Andrea Don da Pixabay

Il Tempio della Trinità in cui il rettore desidera la conchiglia della Vergine

 Il Santuario di Vallepietra è interamente dedicato alla Santissima Trinità, approdano nel luogo, pellegrini dal Molise, dalla Campania, dal Lazio e da tutto il resto d’Italia. E’ un santuario con riferimenti mariani ed è situato a 1.373 metri sul mare, proprio per questo per causa della neve è inaccessibile da novembre ad aprile.

Un posto davvero suggestivo dove l’anima trova ristoro.

Il Santuario di Vallepietra si trova tra le province di Frosinone e Roma nel territorio della diocesi di Anagni- Alatri, nonostante resti chiuso per sei mesi, sono ben 400 mila i pellegrini che si recano nel luogo.

La leggenda racconta di un contadino che stava arando sul terreno a picco sovrastante e caddero i buoi e l’aratro nello strapiombo, con suo grande stupore una volta sceso per recuperarli, li trovò inginocchiati davanti ad un immagine della Santissima Trinità apparsa in una grotta.

In quello stesso luogo, prima nacque un edicola (il vecchio santuario dove si trova sulla roccia il dipinto della Santissima Trinità) poi una grande chiesa all’aperto in grado di ospitare le migliaia di persone che via via arrivavano.

Fino a qualche anno fa al Santuario, mancava la figura di Maria ed è desiderio di monsignor Alberto Ponzi – rettore del santuario nonché parroco di Vallepietra, introdurla.

Al settimanale Maria con te, il rettore dice: “Creare un’area interamente dedicata alla Madonna , lungo il sentiero che, dal grande piazzale delle auto, porta al santuario, nei pressi della cosiddetta “grotta dei Vaccari”. Una sorta di “cava” con un altare al centro, preceduto da una Via Lucis in onore di Maria”.

Ponzi immagina questo spazio mariano come una sorta di anfiteatro a conchiglia “come quello che vidi tanti anni fa durante una visita di Giovanni Paolo II nelle Marche. Anche perché la conchiglia è il segno dei pellegrini e in questo caso di quelli che corrono nelle braccia di Maria e da Lei, in questo luogo, si lasciano cullare”.

Il rettore ha già in mente la scritta da fare incidere all’ingresso di questa “casa di Maria” nel mezzo della montagna.

Leggi di più:  La leggenda del contadino irlandese e del Giudizio di Dio

Fin ora l’unico segno legato alla Madonna che è presente al Santuario di Vallepietra è una cappella dedicata a Sant’Anna, la mamma di Maria. Proprio l’afflusso di pellegrini in questa nicchia ha fatto rendere conto un po’ a tutti, la necessità di rendere più evidente la presenza della Madonna.

Preghiera alla Santissima Trinità

Io vi adoro, o Dio in tre persone, io mi umilio innanzi alla vostra maestà. Voi solo siete l’Essere, la via, la bellezza, la bontà.

Io vi glorifico, vi lodo, vi ringrazio, vi amo, benché io sia del tutto incapace ed indegno, in unione con il vostro caro Figlio Gesù Cristo, nostro Salvatore e nostro Padre, nella misericordia del suo Cuore e per i suoi meriti infiniti. Io voglio servirvi, piacervi, obbedirvi ed amarvi sempre, con Maria Immacolata, Madre di Dio e Madre nostra, amando altresì ed aiutando il mio prossimo per vostro amore.

Donatemi il vostro Santo Spirito che m’illumini, mi corregga e mi guidi nella via dei vostri comandamenti, e nella vera perfezione, aspettando la beatitudine del cielo, dove noi vi glorificheremo sempre. Così sia.

 Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna