La confessione è la nostra guarigione

Tutti pecchiamo perchè tutti siamo #peccatori ma non tutti però evitiamo il #peccato! A volte si pecca con piena consapevolezza e a volte, senza che ce ne accorgiamo.

Fatto sta che il peccato ci toglie la pace nel cuore e questo non va affatto bene.

Dio ha pensato di perdonarci attraverso il meraviglioso #sacramento della #confessione perchè Lui non è venuto a condannarci ma bensì per amarci, per guarirci, per salvarci.

Questi sono alcuni peccati che purtroppo ci allontanano dall’amore di Dio: l’egoismo, l’impurità, il desiderio cattivo, la dissipazione: tutte cose che ci impediscono la collaborazione con lo Spirito Santo, senza la quale non c’è vita, non c’è vera gioia, non c’è pace.

Molti cadono nell’inganno di pensare che confessarsi sia un dire “i fatti propri” al sacerdote inteso come uomo ma nessuno di questi, pensa che nella persona del sacerdote in quel momento, a perdonare i peccati è proprio Gesù che si serve del sacerdote stesso per espandere la Sua misericordia sui peccatori.

Cosa fondamentale per un cristiano è quella di scegliere una guida spirituale, capace di guidarci sulla via dei comandamenti di Dio.

Apriamo il cuore a Gesù nella confessione, Egli ha sempre qualcosa da dirci. Stabiliamo un tempo per la confessione: una volta alla settimana, ogni 15 giorni, ma non lasciamo passare un mese. Se faremo così, vivremo nella gioia e nella pace. Vivremo nella gioia piena e non a metà.

Stefano Buresta

 

Leggi di più:  Combattere le tentazioni e le proprie fragilità in Quaresima