La voce dell’anima : ascoltala perchè desidera parlarti

Foto di Pezibear da Pixabay

La voce dell’anima

Tutti abbiamo un’anima, non tutti però sappiamo che anche l’anima parla , vuole essere ascoltata da noi, perché prigioniera del corpo non può semplicemente parlare, ma deve avere il nostro consenso per poterlo fare, lei ha bisogno di comunicare le sue necessità, ma per poterlo fare noi dobbiamo fare “silenzio”, cioè dobbiamo assumere un atteggiamento di preghiera e lasciare che venga fuori pian piano , come una persona timida,

ma se incoraggiata e sostenuta da noi, essa sarà forte e decisa, chiara e semplice nel chiedere cosa vuole da noi e quali sono le sue necessità, potrebbe dirci qualcosa come: “Fermati, non correre, non avere sempre fretta, fammi gustare i doni di Dio, li ha dati a te per farmi crescere nell’amore, ma tu non li vedi perché non osservi la natura che ti circonda, eppure ne sei immerso, ne fai parte integrante ,sei tu stesso una meraviglia della natura , se sei al mare , guarda attentamente ,con calma dentro e fuori dall’acqua, vedrai tanta vita che prima non avevi mai visto, se sei in campagna, guarda fa lo stesso, osserva gli uccelli le piante gli insetti , se sei in montagna guarda la sua vetta , con le rocce i boschi e quanto vi si trova intorno.

Se farai così, imparerai a vedere la grandezza di Dio, vedrai il Suo grande Amore per ogni Sua creatura, capirai che non siamo qui per caso, ma siamo frutto di un amore, di un amore divino che ci ha voluto fortemente , e che siamo su questa terra come a una scuola, per imparare a riconoscere l’amore vero, quello del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha insegnato come amare , come pregare ,come essere veri figli di Dio”. Ora ringrazio la mia anima, la ringrazio perché mi ha svegliato da quel torpore che la vita ci offre, da quell’incoscienza che si ha quando si vive superficialmente , senza approfondire gli aspetti fondamentali della vita, mi ha fatto capire che non sempre correre va bene, che bisogna rallentare

Leggi di più:  Sapete che ad inventare l'idroterapia è stato un abate tedesco?

perché c’è una vita più importante di questa, ed è bene che ne prendiamo atto facendo il necessario e doveroso cammino affinchè un giorno, possiamo anche noi giungere alle soglie della casa del Padre.

Paolo Colonna

Per entrare meglio nel cuore 

Articolo precedente5 consigli di Padre Gasparino sulla preghiera
Articolo successivoScintilla di luce della Parola
Paolo Colonna
Paolo Colonna nato a Vernole in provincia di Lecce (Puglia) nel 1957 elettricista in pensione da poco più di un anno. Accolito istituito nel Dicembre del 2006, dopo un percorso di tre anni presso il seminario di Lecce, attualmente collabora con il parroco della propria parrocchia, ogni domenica si reca in casa di 8-10 ammalati per portare loro la S.S Eucarestia. Sposato da più di 40 anni, ha due figli e tre nipoti. Nel tempo libero si occupa coltivando un piccolo orto e facendo sculture in legno di ulivo, ogni tanto deve mettere per iscritto quello che il cuore gli suggerisce. Infatti, su Cristiani Today cura la rubrica “Preghiere” mettendo per iscritto la preghiera del cuore.