L’Austria vuole chiudere le moschee e mandare via gli imam finanziati dagli stranieri

Introduzione

Il governo austriaco di destra, ha in previsione la chiusura di 7 moschee e vorrebbe mandar via gli imam, da loro questo è stato definito soltanto “l’inizio” di una spinta contro l’Islam radicale e il finanziamento di gruppi religiosi stranieri che la Turchia aveva condannato come razzisti.

 

Il governo di destra austriaco, è salito al potere subito dopo la crisi migratoria in Europa, promettendo di aver impedito un altro afflusso di immigrati.

Nel 2015 era stata approvata una “legge sull’Islam” con la quale si vietava il finanziamento estero di gruppi religiosi e si obbligava le organizzazioni musulmane ad avere una visione positiva nei confronti dello stato e della società austriaca.

Venerdì, il vice cancelliere di estrema destra Heinz-Christian Strache ha dichiarato in una conferenza stampa: “Questo è solo l’inizio”.

Leggi di più:  Noi musulmani amiamo Papa Francesco e l'Isis non fa parte del nostro mondo