Medjugorje : il posto in cui la Madonna mi ha chiamato

Carissimi fratelli in Cristo , come sapete,  solitamente mi occupo su Cristiani Today per meditare insieme a voi sulla biografia dei santi per ricavarne un insegnamento che ci aiuti ad incontrare maggiormente Dio e  a riconoscere meglio le sue impronte nella nostra vita personale e comunitaria . Oggi ,però desidero condividere con voi quello che è stato per me Medjugorie : un piccolo villaggio , uno tra i più famosi luoghi di spiritualità al mondo . Io ho conosciuto per la prima volta Medjugorie nel 2015 , invitato dal mio parroco per un pellegrinaggio comunitario.

Tutto iniziò stranamente , all’improvviso , tanto che non mi resi conto realmente dove stessi andando. So solo che era tanto emozionato , che mi sentivo chiamato , ma non immaginavo mai quello che avrei incontrato una volta arrivato in quel posto santo. Sentivo parlare di apparizioni mariane , della Madonna , ma seppur sentendo dentro il mio cuore la chiamata al sacerdozio non avevo ancora incontrato realmente Maria come Madre e compagna di viaggio.

L’avevo sempre vista distante , lontana dal mio modo di vivere la fede seppur partecipando alle processioni della mia parrocchia e recitando il Rosario come fa un semplice ragazzo , senza però assaporare veramente la pace e la grazia che ti può donare tale preghiera. Lo scenario era questo : un semplice ragazzo che va in un posto che conosce a malapena  senza saperne neanche il motivo .

Però qualcosa mi attirava , sentivo un’emozione forte che mi creava curiosità pura , non curiosità puntigliosa e piena d’orgoglio (come tanti hanno quando parlano di Medjugorie). Arrivato in quel posto santo , davanti al Santuario di San Giacomo qualcosa si mosse dentro di me , mi sentì come Elisabetta all’incontro con Maria che sospinta da una fortissima emozione esclamò :”A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?”.Nel mio caso seppur io andassi da Lei , nella realtà divina era Lei che veniva nel mio cuore per non uscirne . Appena arrivati a Medjugorie anche l’aria ti parla di Dio , questo naturalmente se si apre il cuore all’evento della salvezza che attraverso Maria sta entrando nella tua vita in quel luogo santo.

Leggi di più:  Benedetto XVI "Non basta dichiararsi amici di Cristo vantando falsi meriti"

Altrimenti Dio che è amico degli uomini  non viene alla porta del cuore per rompere la porta ed entrare e tantomeno come diceva il mio conterraneo Don Tonino Bello per “intimarci lo sfratto”. Arrivato lì visitai il santuario e qullo che mi colpì fu la sua semplicità ,che mi parlava di vite normali , di un popolo come tanti che però nonostante la persecuzione comunista aveva aperto il cuore alla Madre che li stava visitando e sotto invito della Madonna stava dando a tutti i pellegrini l’esempio per mettere in pratica il messaggio di Maria . Quello che successe ve lo racconterò nel prossimo articolo ..

Francesco Pio Petrachi

Per entrare meglio nel mistero 

Articolo precedenteLa prima volta che una diocesi ha un vicario donna, a Friburgo
Articolo successivoSignore, aprici il tuo cielo
Francesco Pio Petrachi
Francesco Pio Petrachi nato nel 2004 a Lecce in Puglia, ha ricevuto la chiamata al Sacerdozio all’età di tre anni che avrà il suo compimento con l’entrata in seminario quando il Signore vorrà. Attualmente frequenta il Liceo Classico e collabora con il suo parroco attraverso il servizio liturgico e guidando un cenacolo di preghiera dedicato a Maria Regina della Pace. Recandosi a Medjugorie si è innamorato di Maria e gli piace pensare che è il suo sposo, da quel pellegrinaggio ha approfondito il suo percorso spirituale anche praticando il culto della Divina Misericordia e della Divina Volontà. Vive nel mondo, tra i giovani della sua età testimoniando il Risorto attraverso il sorriso e la serenità che lo caratterizzano anche nelle minime cose. Collabora con Cristiani Today curando la rubrica settimanale “In cammino con i Santi”.