Papa Francesco: Il Crocifisso è il segno dell’amore di Dio

Papa Francesco: Il Crocifisso è il segno dell'amore di Dio

Stamattina Papa Francesco, durante la messa a Santa Marta ha parlato dell’importanza del Crocifisso che non è solo il segno di appartenenza ma anche segno tangibile dell’amore di Dio per noi.

E parlando della lettura di oggi il Papa afferma che per tre volte Gesù nel Vangelo della liturgia  dice ai farisei: “Morirete nei vostri peccati”, perché avevano il cuore chiuso e non capivano quel mistero che era il Signore. ”Morire nel proprio peccato è una cosa brutta”.

Poi parlando e spiegando la lettura del serpente di bronzo il Papa sottolinea quanto viene riportato di seguito:

Nel dialogo con loro, Gesù ricorda: “Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che Io sono e che non faccio nulla da me stesso”. Il riferimento di Gesù è a quanto avvenne nel deserto, narrato dalla Prima Lettura, quando il popolo che non poteva sopportare il cammino, “si allontana dal Signore” e “sparla di Mosè e del Signore”. Arrivano quindi i serpenti che mordono e provocano la morte. Allora il Signore dice a Mosè di fare un serpente di bronzo e innalzarlo su un’asta: chiunque fosse stato morso e lo avesse guardato, sarebbe guarito. Il serpente è il “simbolo del diavolo”, “il padre della menzogna”, “il padre del peccato, quello che ha fatto peccare l’umanità”. E Gesù ricorda: “Quando io sarò innalzato in alto, tutti verranno a me”. Questo è il mistero della croce, dice Francesco. “Il serpente di bronzo guariva” ma “era segno di due cose: del peccato fatto del serpente, della seduzione del serpente, dell’astuzia del serpente; e anche era segnale della croce di Cristo. Era una profezia”, spiega il Papa.

Leggi di più:  Veglia e giorno della Pasqua di Resurrezione