Preside della scuola Giulio Cesare: “No ai corsi sull’aborto e sull’ideologia Gender”

Foto di lil_foot_ da Pixabay

Nella “Settimana dello studente”  erano programmati tre appuntamenti che grazie a Dio, sono stati censurati: “La preside ha detto che il corso di informazione sull’interruzione volontaria di gravidanza, potrebbe “istigare le persone ad abortire” e che ‘l’identità di genere non esiste'”. La dirigente ha dichiarato a Repubblica: “Programma approvato dal Collegio docenti dopo ampia discussione”.

Al liceo classuco Giulio Cesare di corso Trieste, sono stati vietati tutti quegli appuntamenti in cui si doveva parlare di aborto e di Gender, la preside è disponibile ad affrontare qualsiasi argomento che vada dallo sport, alla musica, alla cultura e alla storia ma basta che non intacchi l’essere umano con argomenti che potrebbero fomentare delle scelte “pericolose” come l’aborto e l’ideologia di genere.

Lo storico istituto frequentato in passato da alte personalità come Maurizio Costanzo, Tullio De Mauro, famoso anche per essere in una delle canzoni di Antonello Venditti, da ieri ha iniziato la “Settimana dello studente”, in questa settimana si avviano vari corsi, una sorta di autogestione personalizzata.

Ovviamente a schierarsi con la Preside è stato il Popolo della Famiglia che tramite il portavoce Mario Adinolfi ha dichiarato: Il Popolo della Famiglia è decisamente schierato con la preside dello storico liceo Giulio Cesare di Roma che ha vietato i corsi sull’aborto e sull’ideologia gender nella sua scuola: “L’identità di genere non esiste”. Ecco, cominciamo a parlare chiaro.”

 

 

Leggi di più:  Andrea Roncato “Sono figlio di un sacrestano e sono contro l'aborto”