Salvini: Le bestie dell’Isis vanno fermate. L’Italia dovrebbe attivarsi subito!

0
476

Intervista esclusiva al Segretario della Lega Nord Matteo Salvini, al suo rientro dagli attendati di Bruxelles.

Si trovava a Bruxelles quando vi è stato l’attentato in aeroporto. Ci descrive quegli attimi?
Non ero ancora arrivato in aeroporto, mi trovavo a 5 minuti di distanza ma era irraggiungibile visto quello che stava accadendo. Dovevo prendere lo stesso volo di coloro che sono rimasti feriti.
Fortunatamente per me e sfortunatamente per gli altri, visto il ritardo, sono tornato indietro in Parlamento, per cui ho vissuto quello che è accaduto in metropolitana: vi era blocco, allarme e deserto.

Secondo lei, il Governo italiano ha qualche responsabilità su questo?
Il Governo italiano dovrebbe prevenire al massimo che simili episodi non accadano in Italia, escluderlo ovviamente è impossibile. Potrebbe però, verificare chi entra e chi esce, presidiare i confini, dotare di strumentazioni migliori le forze dell’ordine, espellere un po’ di clandestini, chiudere luoghi islamici di ritrovo abusivi già attenzionati.
Tutto questo lo dovrebbe fare già domani mattina!

Pensa che anche l’Italia sia a serio rischio di attentati da parte dell’Isis?
Queste bestie non risparmiano niente e nessuno. Hanno dimostrato di poter e saper colpire, dove vogliono e quando vogliono. Il rischio non si può azzerare ma si può limitare.
In questo momento non mi sembra che il Governo Italiano stia prendendo provvedimenti per evitare il rischio.

Secondo lei, l’Europa sta perdendo la sua cultura e radice cristiana con la continua entrata di immigrati?
L’Europa ha rinnegato se stessa quando in fase di stesura della Costituzione Europea, sia noi che altri, chiedemmo che fossero inserite le radici giudaico-cristiane che sono oggettivamente ed obbiettivamente a fondamento della nostra civiltà, ma ce lo negarono dicendo ai cittadini europei, che siamo figli di tutti e di nessuno. Quindi la nostra Europa è una negazione dell’identità e di quello che siamo e col suo buonismo sta raccogliendo terrorismo.

Cosa dovrebbe fare l’intera Europa per mettere fine a tutto questo massacro?
Dovrebbe cambiare da cima a fondo dal punto di vista delle politiche economiche, ha una moneta unica che non ha senso, ci sono politiche speculative che premiano pochi e massacrano molti come le ricadute della Legge Fornero sull’Italia.
L’Europa dovrebbe fermarsi e leggere i suoi trattati e riscriverli oppure dovrebbe ricominciare da capo chiarendo quali siano i suoi confini. Da Renzi alla Merkel, allo stesso Berlusconi, molti vorrebbero la Turchia in Europa e sarebbe il più grande paese europeo di maggioranza islamica e sarebbe la fine. Temo che l’Europa sia avviata verso una strada che non porta da nessuna parte ed è per questo che io lavoro affinchè l’Italia riprenda nelle sue mani il suo futuro.

Vorrei concludere con una domanda che non ha a che fare con gli attendati: cosa pensa del Ddl Cirinnà?
Abbiamo sempre votato contro e voteremo contro perché è l’anticamera del mondo al contrario, e lo abbiamo già visto con alcune sentenze assurde (a mio avviso) che aprono la via alle adozioni gay, alle fecondazioni con gli uteri in affitto. Penso che la mamma sia la mamma, il papà sia il papà ed il matrimonio prevede l’unione tra un uomo ed una donna, nel rispetto delle scelte degli altri, ma tutelando i bambini ed il futuro della nostra società perché se rinneghiamo il concetto di mamma e papà è finita.
Servizio di Rita Sberna

[su_dailymotion url=”http://www.dailymotion.com/video/x3zmhq7_matteo-salvini-e-l-attentato-a-bruxelles_people” height=”380″ autoplay=”yes” quality=”480″]