San Pio da Pietrelcina: “farò più chiasso da morto che da vivo”

San Pio da Pietrelcina: "farò più chiasso da morto che da vivo"

https://www.panorama.it/wp-content/uploads/2018/09/padre-pio_014-1000x600

E’ ormai famosissima la frase pronunciata da #San #Pio da #Pietrelcina: “farò più chiasso da morto che da vivo“.

La memoria liturgica.

Si celebra oggi, 23 settembre, la memoria liturgica, (festa per i cappuccini – solennità a San Giovanni Rotondo (FG)), del frate cappuccino San Pio da Pietrelcina, al secolo Franceco Forgione. Un frate ricordato e venerato per le stigmate portate nel suo corpo, che, il 23 settembre 1968, giorno della sua morte, scompaiono del tutto, restando solo visibili alcuni piccolissimi segni.

Farò più chiasso da morto che da vivo.

Considerando il suo apostolato, speso a favore del sacramento della riconciliazione, amministrato in modo instancabile, divenendo guida spirituale e puntio di riferimento nonchè di conversione per molti, tant’è che Papa Francesco, nell’anno Santo della Misericoria ha voluto a Roma le sue spoglie mortali insieme a quelle di San Leopoldo Mandic, si può dire che questo frate abbia fatto già molto “chiasso” in vita. Ma la sua frase celebre “farò più chiasso da morto ceh d vivo“, non deve far pensare ad una mania di protagonimo, bensì all’allusione forsere consapevole del frate, che molti si sarebbero rivolti a lui per intercedere grazie presso il Signore.

Amate la Madonna.

La sua vita è stata tutta una continua reciota della corona del Santo Rosario. Adorazone Eucaritica e santo Rosario, faranno di padre Pio uno dei più grandi e stimati devoti della Madonna. Anche nel suo testamento spirituale ci lascia un monito: “amate la Madonna e fatela amare.”

A cura di Emanuele Mascolo

Foto- fonte: https://www.panorama.it/wp-content/uploads/2018/09/padre-pio_014-1000×600

Leggi di più:  Che cos'è la somiglianza?