Santa Beatrice de Silva Meneses: la Bellezza

Beatrice de Silva Meneses, santa portoghese, è nata nel Nord Africa nel 1424 in una famiglia nobile. La sua bellezza e la sua virtù, attira i nobili castigliani; ciò suscita la gelosia della regina Isabella che la rinchiude per tre giorni in una cassapanca, mettendola a rischio di perdere la vita. Liberata, fa voto di castità e parte a Toledo. Si racconta che ad accompagnarla nel viaggio sono le apparizioni di san Francesco d’Assisi e di sant’Antonio di Padova; arrivata a Toledo entra nel convento cistercense di San Domenico, dove vive per circa trent’anni.Grazie all’appoggio di Isabella la Cattolica, futura regina di Spagna, che dona a Beatrice il palazzo di Galiana in Toledo, con l’annessa chiesa di Santa Fè, la religiosa fonda l’ordine dell’Immacolata Concezione. Muore a Toledo il 1° settembre 1490.

Carissimi fratelli in Cristo , come abbiamo letto nella biografia di questa Santa ciò che la caratterizzò fu la straordinaria bellezza , che le procurò persino molta invidia. La parola, quindi che ci guiderà nella nostra meditazione è proprio la parola BELLEZZA. L’uomo sin dall’inizio è stato un continuo e costante ricercatore della bellezza . Egli cerca la bellezza in tutto ciò che fa e vive e questo mendicare in cerca di questa realtà si deve necessariamente basare sul tipo di bellezza che noi stiamo cercando. Il mondo odierno cerca maggiormente la bellezza esteriore e spesso ricorrere alla chirurgia estetica forse e sopratutto perché non vede il prodigio che Dio ha creato in sè e cerca di cambiare. Un atteggiamento quindi mondano è di cercare la bellezza modificando noi stessi per essere sempre apprezzati. La bellezza del Cristiano, invece, non è una realtà esteriore alla persona, ma dentro l’anima . È un continuo cercare le tracce dei passi di Dio nella nostra vita perché la bellezza non proviene da noi, ma da Dio . È Lui la fonte di acqua viva di bellezza. Dalla sua bellezza dobbiamo attingere non dalla nostra. Oggi l’uomo è meraviglioso solo se ha Dio nel cuore, se è capace di rintracciare la presenza della bellezza di Dio nella propria vita. Pensiamo anche alla bellezza nel Vangelo . Gesù Cristo nella Sua lieta notizia ci è venuto a mostrarci un Dio meraviglioso, poiché grande nell’amore. In un precedente articolo ho affermato che la bellezza di Dio si chiama Misericordia ed è verissimo . Gesù Cristo ci ha svelato la bellezza del volto di Dio : la Sua insondabile Misericordia che era stata oscurata dalle tenebre del pensiero e della logica umana . Lasciamoci travolgere da questa bellezza e saremo la vera bellezza in un mondo che ha perso la meraviglia davanti alla Misericordia e all’amore di Dio .
Francesco Pio Petrachi

Leggi di più:  Venerabile Giovanni Paolo I (Albino Luciani) : essere figli

Per entrare meglio nel mistero