Santo Stefano : la gioia di annunciare il Vangelo

Foto di Kurt Monauni da Pixabay

Dagli Atti degli Apostoli

Nel sentirlo parlare, quelli del tribunale ebraico si infuriarono e si agitarono contro Stefano. Ma egli, pieno di Spirito Santo, fissando gli occhi al cielo, vide lo splendore di Dio e Gesù che stava alla sua destra. Disse: “Ecco, io vedo i cieli aperti e il Figlio dell’uomo che sta in piedi alla destra di Dio”. Allora si turarono le orecchie e gridarono a gran voce; poi si scagliarono tutti insieme contro Stefano e lo trascinarono fuori città per ucciderlo a sassate. I testimoni deposero i loro mantelli presso un giovane, un certo Saulo, perché li custodisse. Mentre gli scagliavano addosso le pietre, Stefano pregava così: ‘Signore Gesù, accogli il mio spirito”. E cadendo in ginocchio, gridò forte: “Signore, non tener conto di questo loro peccaato’. Poi morì.

Carissimi fratelli in Cristo  ,è meraviglioso percorrere il nostro cammino di fede illuminati da questi santi che ci guidano all’incontro con il Maestro , specialmente in questo tempo di Quaresima , tempo dell’incontro con Lui . Santo Stefano è stato il primo martire della storia e leggere il suo martirio da queste pagine della Bibbia , ci fa immergere nello spirito di questo santo . Siamo all’inizi della predicazione del Vangelo e il messaggio di Gesù corre per le strade dei villaggi attraverso varie persone , che come Stefano continuano a portare “la bella notizia”, facendo capire che quel Gesù che tutti avevano pensato morto è VIVO e operante nei cuori . Egli è coinvolto dalla gioia della testimonianza del Risorto ed esce per annunciare Cristo , non trovando però cuori aperti e disponibili a tale messaggio proprio come ci indicano gli Atti degli Apostoli :”Dio era con Stefano e gli dava la forza di fare grandi miracoli e prodigi in mezzo al popolo.” . Dio è con noi e ci dona forza ,non dobbiamo avere paura di uscire allo scoperto  per annunciare la Parola , la S.S. Trinità ci sostiene per scendere nel mondo senza essere del mondo. Noi cristiani odierni abbiamo bisogno  di sentire la gioia del Risorto , di sentire quella freschezza della Resurrezione perché il mondo di oggi ha bisogno di gente coraggiosa come Stefano  , non portatrice di se stessa , ma di Cristo , di quell’Essenziale di cui è assetata ogni anima  . Ed anche se costa portare il Vangelo , testimoniare Cristo , anche se “si infuriano e si agitano contro di noi”. anche se  la nostra missione di evangelizzatori con la nostra vita sembra apparentemente inutile ed inefficace , quel messaggio espresso nella nostra quotidianità , entrerà in qualche cuore , lo feconderà di quell’Amore di Cristo che noi dobbiamo aver prima incontrato nel nostro cuore .Delle volte il messaggio del Vangelo ,viene sostituito dal messaggio putrefatto del mondo “I testimoni deposero i loro mantelli presso un giovane, un certo Saulo”. Questo messaggio mondano seppur portatore di morte ,  oggigiorno viene venerato, rispettato e messo in pratica , mentre il messaggio vitale del Vangelo viene scartato e messo da parte , poiché ritenuto vecchio e falso, e ci ritroviamo così in questa società così piena di tristezza e di morte … Non dobbiamo però, stancarci di annunciare la Parola , affidando il nostro spirito al Signore proprio come ha fatto Santo Stefano e perdonando le offese che riceviamo

Francesco Pio Petrachi

Per entrare meglio nel mistero : vi consiglio di ascoltare questo meraviglioso canto di una mia amica che collabora, proprio come me  per Cristiani Today e che si chiama anche lei Stefania:https://youtu.be/VJHeLHLCt0w