Sapete che il primo giornalista della storia è stato Gesù?

(foto da pixabay)

Ogni anno ricorre la  Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali, tutti i giornalisti, gli operatori della comunicazione, i registi e gli scrittori sono stati in festa. La Chiesa ha pregato per i giornalisti che ogni giorno rischiano la loro stessa vita per far emergere notizie reali, veritiere che mettono in guardia la società dai pericoli di oggi come anche la stessa chiesa fa da secoli, a differenza di quei giornalisti ed operatori della comunicazione che agiscono maliziosamente, divulgando le cosiddette “fake news” ovvero mensogne e falsità, costruendo così, un tipo di giornalismo scorretto e malefico.

Ma c’è una bella riflessione che voglio porre alla vostra attenzione: il Vangelo è il libro di notizie più veritiero che sia mai esistito in tutta la storia dell’umanità, e il primo giornalista in assoluto è stato Gesù! Le sue notizie dopo 2000 anni, sono sempre attuali, piene di verità, di speranza e di carità. Gesù è stato il primo giornalista della storia perchè solo Lui è la Via, la verità e la vita …. le sue “buone notizie” contengono verità assolute e sono continuamente testimoniate e sperimentate da tutti i lettori, nuovi e vecchi che si accostano al libro della verità.

Insieme a Lui, anche gli apostoli sono stati colleghi e collaboratori di un giornalismo veritiero, rischioso ma molto gratifico. Credo che ogni giornalista per farsì che faccia un buon lavoro, debba prendere come esempio di notizia veritiera proprio il Vangelo, che non ha risparmiato gioie e dolori, ha sempre detto la verità a chi vuole seguire Gesù come Maestro di vita.

Noi nel nostro piccolo, vogliamo collaborare con Gesù, divulgando verità e speranza soprattutto per quei cuori che per un motivo qualsiasi si sono ritrovati a nutrirsi di “fake news”.

Leggi di più:  "Viene dopo di me uno, al quale io non sono degno di slacciare i sandali".

Rita Sberna