Secondo il vescovo John Shelby, l’inferno è un invenzione della Chiesa

Foto di Free-Photos da Pixabay

L’inferno non esiste, ne è convinto il vescovo John Shelby che in un’intervista del 2006 avrebbe ammesso che l’inferno è un’invenzione della chiesa per avere un controllo Sociale e purtroppo non è il solo a pensarla così. Ovviamente è come darsi una mazzata sui piedi, visto che il Catechismo della Chiesa Cattolica parla dell’esistenza dell’inferno su vari punti che per tale vescovo sarebbero inventati.

Queste le sue parole nell’intervista rilasciata a Keith Morrison di Dateline NBC: “Non credo esista l’inferno. Succede che io creda alla vita dopo la morte, ma non credo abbia niente a che fare con ricompensa e punizione. La religione è da sempre nel business del controllo e questo è qualcosa che la gente proprio non capisce. E’ un business di controllo che produce senso di colpa. Se hai il Paradiso dove ricevi ricompensa per la tua bontà e l’Inferno come luogo dove vieni punito per il male che hai fatto, il risultato è che hai controllo della popolazione. Ed è cosi che hanno creato questo luogo di fiamme che ha letteralmente terrorizzato a morte la gente, in tutta la storia del Cristianesimo. E’ parte di una tattica di controllo.”

Oggi il vescovo in questione è in pensione … ma poco importa purtroppo queste sono le dichiarazioni che fanno piangere Dio che ci ricorda di non essere “pietre d’inciampo per gli altri”.

Leggi di più:  12 persone transessuali trovano una casa grazie ad una suora carmelitana