“Sono un omosessuale e credo fermamente che i bambini abbiano diritto ad avere una madre ed un padre”

Durante la partecipazione alla trasmissione Forum, su canale 5 ho conosciuto un ragazzo, si chiama Ferdinando Tripodi, ha 29 anni e nella vita è un opinionista televisivo e speaker radiofonico. Da qualche tempo, anche lui interviene spesso, nella trasmissione televisiva Forum.
Non ha mai nascosto la sua tendenza ad essere omosessuale, ed in vista del Decreto di Legge Cirinnà, ha espresso la sua opinione riguardo alle adozioni da parte di coppie omosessuali.

Cosa pensi del Decreto di legge Cirinnà?
Sono d’accordo con i diritti che riguardano le unioni civili, ma sono contrario alle adozioni da parte di coppie omosessuali, nonostante anche io sia un omosessuale.
Un bambino, sin dall’inizio della sua vita, nasce dall’amore di un uomo e una donna, di una mamma ed un papà. Trovo che questa continua richiesta di adozione da parte di coppie dello “stesso sesso” sia eccessiva ma soprattutto sia molto egoistico perché i bambini non sono un oggetto da comprare per rendere la vita di qualcun altro più appagata e soprattutto non sono un diritto ma un dono.

Sei stato criticato ed insultato sul tuo profilo twitter, per aver detto che privare un bambino della madre sia una cosa mostruosa. Cosa vuoi rispondere a queste persone?
Dire che sono stato criticato ed insultato è poco. Ho ricevuto minacce di morte! A tutte queste persone vorrei dire, che alla base di tutto, anche se si nutrono opinioni ed idee diverse, il rispetto deve essere sempre messo al primo posto.
Al di là, dell’orientamento politico e delle proprie tendenze sessuali, bisogna avere educazione verso chi ci sta accanto, nonostante si abbiano idee, e si creda in valori diversi.

Leggi di più:  Chiamati alla santità

12736772_10205984035185315_914826250_o

Servizio di Rita Sberna