Un anno di vita, un arresto cardiaco e un coma: il piccolo si è risvegliato

Foto di Pexels da Pixabay

Un neonato si sveglia dopo 7 mesi di coma e la prima cosa che fa è sorridere al suo papà.

E’ la storia del piccolo Michael Labuschagne, che a nemmeno un anno di età ha avuto un arresto cardiaco. La sua vita è iniziata subito con delle difficoltà e montagne da scalare ma grazie all’aiuto dei medici, adesso può tornare a vivere e a giocare con gli altri bambini.

I suoi genitori, Stuart ed Emma Labuschange vivono in Inghilterra e sono stati colpiti da questo dramma 7 mesi fa, improvvisamente, una mattina delle tante trovano il loro bimbo adagiato sul lettino privo di sensi sembrava morto.

Lo portano subito in ospedale e lì i medici, provano subito a rianimarlo, lo mettono in coma farmacologico per aumentare le possibilità di sopravvivenza.

Il coma è durato 7 mesi ma alla fine Michael si è svegliato e ha potuto guardare negli occhi il suo papà e sorridergli.

I medici hanno sottoposto il bambino a numerosi test e hanno rilevato  un fibroma cardiaco, una malattia rarissima che a Bristol non erano in grado di curare. Così dopo aver cercato testimonianze di altri casi simili hanno trovato l’ospedale più adatto per Michael.

Hanno contattato l’ospedale pediatrico di Boston negli Stati Uniti, l’operazione che doveva fare è molto costosa circa 130.000 euro, per questo la coppia ha creato una raccolta fondi e grazie a Dio hanno ricevuto più della cifra richiesta: 150.000 euro.

“Non possiamo crederci, siamo sorpresi, siamo molto grati per la gentilezza delle persone e ora possiamo coprire tutti i bisogni per l’operazione di Michael, come antibiotici o ossigeno”, ha detto Emma.

Come hanno scritto alcune fonti, l’intervento di Michael era programmato ad Aprile, e il denaro avanzato verrà distribuito alle famiglie bisognose come quella del piccolo Michael.

Leggi di più:  Mamma in coma, la bimba nasce e la donna apre gli occhi