Un ragazzo è sopravvisuto ad un fulmine: “Sono grato a Dio”

Si chiama Josiah Wiedman ed ha solo 13 anni,

è un adolescente dell’Arizona che in questi giorni non smette di ringraziare Dio per averlo preservato da morte certa (come dicono i medici) se il fulmine l’avesse colpito al cuore Josiah, oggi non sarebbe tra noi.

Anche la madre del ragazzo ringrazia Dio ed ha dichiarato a WNEM “Sono così grata che Dio abbia ascoltato la mia preghiera e che mio figlio sia vivo”.

Ma ecco come sono andati i fatti.

Josiah e il suo amico Javier Tapia, anch’esso 13 anni, stavano camminando verso casa passando per un parco durante un temporale, era l’8 agosto, quando improvvisamente entrambi, vengono colpiti da un fulmine. Dal video di sorveglianza si vede che il fulmine  colpisce i due amici.

“All’inizio non sentivo nulla ma dopo essere stato in grado di prendere il controllo delle mie braccia hao iniziato a sentire bruciore “, ha detto Javier alle tv locali. Ha aggiunto che anche se era stato colpito non si è sentito cadere ma aveva la sensazione come se stesse galleggiando.

Mentre Javier subiva solo ustioni, Josiah doveva essere ricoverato in ospedale. Il fulmine lo ha fatto balzare in aria. “Sono atterrato sbattendo la testa ed ho subìto una commozione cerebrale.” ha riferito.

Un testimone lo ha soccorso somministrando il CPR fino a quando Josiah è stato portato in un ospedale vicino dove ha trascorso tre giorni in un coma farmacologico.

Lo zio di Giosia, Reginald Steele, ha detto di essere grato al testimone che è intervenuto per aiutare e secondo lui … si trattava di un angelo.

Da quando è uscito dal coma, la guarigione di Josiah è stata rapida e i medici sono rimasti scioccati proprio per la grande quantità di elettricità che  ha attraversato il suo corpo, sufficiente a fermare il suo cuore. Inoltre credono che l’azione rapida del testimone che ha somministrato il CPR sia stato un fattore importante nel mantenere vivo Josiah.

Josiah, che è stato recentemente dimesso dall’ospedale, ha detto a WNEM che quando è stato colpito dal fulmine, si sentiva scoppiare di calore e tutto si faceva improvvisamente scuro.

“Ora ho una storia incredibile da raccontare”, ha detto Josiah.

Rita Sberna

 

Leggi di più:  Il parroco organizza un "rosario per la famiglia" la sindaca si ribella