Ad Arezzo un uomo rifiuta il tampone ed il sindaco firma per il Tso

Foto di Ewa Urban da Pixabay

E’ scattato il trattamento sanitario obblogatorio per un uomo che ha rifiutato di sottoporsi al tampone, il sindaco Alessandro Ghinelli durante la conferenza stampa riferisce: “Stava male ma ha detto no al tampone, per questo ho emesso un’ordinanza per eseguire un trattamento sanitario obbligatorio”.

E aggiunge: “Non si gioca con la salute e quest’uomo con il suo comportamento ha rischiato di mettere a repentaglio la salute di tante persone. Quindi domani mattina la polizia municipale, insieme ai sanitari, si recheranno a casa dell’uomo ed eseguiranno il tampone. Fortunatamente durante questa lunga giornata, l’uomo è stato convinto a comportarsi responsabilmente e ci ha informati che domattina si sottoporrà al test senza problemi”.

Leggi di più:  I Wojtyla: una famiglia di santi