I dottori avvisano: “le mascherine adesso possono essere dannose”

Foto di pisauikan da Pixabay

Prima sembrava tutta una corsa alle mascherine introvabili, come se senza mascherina non si potesse più vivere, oltre che al rischio di essere contagiati si rischia una bella multa salata. Per tale motivo, molte regioni le hanno rese obbligatorie.

A febbraio l’uso della mascherina, all’inizio della pandemia, era obbligatorio ma anche a marzo.

Per non parlare dell’amuchina, altro prodotto “salva vita” introvabile.

Il coronavirus, è un virus nuovo e sia nella prevenzione che nella cura, molti passi falsi sono stati fatti. Oggi possiamo dire che l’iniziale intubazione con uso del ventilatore sembra che abbia contribuito ad innalzare il numero dei decessi.

Le mascherine adesso sono da evitare all’aperto e in macchina. Secondo quanto dice il dott. Russel Blaylock, le mascherine potrebbero contribuire al mal di testa e all’insufficienza respiratoria. Respirando sotto la mascherina aumenta l’anidride carbonica nel sangue che viene continuamente respirata e quindi potrebbe esserci l’insorgere di altre malattie più gravi come il crollo delle difese immunitarie e i tumori.

La giornalista de La Verità conclude il pezzo chiedendosi “quanti dei cosiddetti esperti di Conte sono medici? Questi 450 tizi che noi dobbiamo mantenere come sono stati scelti? Multare chi non porta la maschera è un gesto gravissimo”.

 

Leggi di più:  La nostalgia di Dio e l’affidamento a Maria