Giò, suicida a 15 anni. Perchè?

Giò, suicida a 15 anni. Perchè?

Siamo tutti #sconvolti dalla notizia del suicidio di Giò, un ragazzo di 15 anni che si è tolto la vita durante una perquisizione della Guardia di Finzanza a casa sua.

Più volte mamma Antonella, aveva cercato di fermare il figlio da quella bestia (la droga) che lo attanagliava da tempo, le canne e poi anche l’hashish. Sua madre era esausta, così quel giorno decide di chiedere aiuto alla Guardia di Finanza, ma questo Giò non ha potuto sopportarlo e così sotto gli occhi di tutti, mentre la Guardia di Finanza perquisiva la sua casa, decide di gettarsi dal balcone e di farla finita per sempre.

Sua madre diceva che il figlio era una persona ingenua, talmente ingenua che chiunque poteva approfittarsene. Ma perchè i ragazzi si rifugiano nella droga? Perchè non vedono via d’uscita, sono privi di speranza e perchè soprattutto a 15 anni (nel pieno della giovinezza e spensieratezza) si ha il coraggio di compiere un gesto estremo come quello di togliersi la vita?

Leggi di più:  Manuel, Tim, Irene: più forti dell’odio