Giovanni Paolo II- Terni 19 Marzo 1981

Giovanni Paolo II- Terni 19 Marzo 1981

La donna non poteva credere a quelle parole così belle ossia, essere sposata dal santo Padre in persona, e invece un anno dopo il Matrimonio avvenne nella cappellina privata del santo padre.

L’altro avvenimento che avvenne quel giorno di Marzo a Terni, fu che il Papa come conviene al Sommo Pontefice, dovette fare un discorso per ringraziare la popolazione, le autorità tutti i fedeli accorsi.

Quel giorno il Papa volle parlare i Piazza, ma non nella piazza centrale, quasi in una viuzza del centro, nella quale non era stato preparato nulla per l’arrivo del Papa, ricordiamoci che stiamo pur sempre parlando del 1981, per cui senza l’ausilio di un palco vero e proprio, il Papa con Sua grande gioia, dovette parlare a poche decine di fedeli salendo sopra dieci casse di frutta vuote, e con un microfono a filo che a stento arrivava alla bocca del Papa per consentirgli di poter parlare.

E’ vero era altri tempi, e quei pochi privilegiati, contadini, fruttivendolo, 0edicolante del paese, il barista, e la mamma con i figli in braccio e la nonna con i nipoti tenuti  per mano, potettero assistere ad un a vera pagina del Vangelo, il Vicario di Gesù Cristo che con tanta semplicità, con mezzi di comunicazione rudimentali senza tenere un discorso epico, fece Lui alcune domande ai pochi presenti, portando a queste povere e semplici persone, una gioia così grande, che solo il vangelo può donare.

Andrea Pagnini

Leggi di più:  Giovanni Paolo II- Papua Nuova Guinea, Settembre 1984