In Polonia il cattolicesimo ha vinto contro la lobby Lgbt

Foto di Robert Fotograf da Pixabay

E’ bello poter dire che Duda Andrzej è in testa di circa 500 mila voti, manca all’appello soltanto l’1% di preferenze, direi un ottimo risultato!

Soprattutto se in testa ai voti, ci sta un cattolico fervente come Duda. Peccato che (come al solito) dai media e dal regime polacco viene definito come esponente della destra xenofoba e populista, quando invece nella realtà è un politico coerente con i principi del cattolicesimo soprattutto in tema di famiglia naturale.

La vittoria di Duda rappresenta una sconfitta cocente per l’Ue e per il sistema liberal-Lgbt. Avevano, infatti, investito milioni di euro in questa campagna elettorale per abbatterlo, ma il popolo polacco ha vinto.

E’ incoraggiante poter dire che le voci sul consenso dell’aborto, della pro droga, pro omosessualità ecc … sono state abbattute da una voce cattolica. Ancora una volta il popolo polacco ha abbattuto il regime, speriamo che la stessa cosa avvenga in Italia!

Leggi di più:  Omotransfobia Pro Vita & Famiglia: “Una prima vittoria della nostra battaglia"