In Polonia, le nonne, praticano 4 tradizioni quaresimali

In Polonia, le nonne, praticano 4 tradizioni quaresimali

La #quaresima è un tempo forte per tutti i cristiani cattolici, un tempo di silenzio e meditazione della propria vita spirituale, un tempo di rinnovamento.

In ogni paese vi sono varie tradizioni da praticare in questo periodo, ed in Polonia, le nonne polacche ne praticano in particolare 4.

Pulizie di primavera del cibo

In Italia il venerdì di quaresima è proibito il consumo di carne mentre in Polonia era proibito consumare lardo, zucchero, uova e frutta; questi cibi dovevano essere terminati o prima della quaresima altrimenti per evitare di gettarli via, le nonne mescolavano tutto e riuscivano a realizzare una ciambella chiamata pączki.

Questo modo di consumare i cibi per evitare di mangiarli in quaresima, era visto come una sorta di pulizie di primavera, cioè si ci preparava al periodo di quaresima dopo aver consumato tutti i cibi dei festeggiamenti natalizi.

Lamentazioni quaresimali

Ogni domenica di quaresima in Polonia, vengono cantate le lamentazioni quaresimali, per meditare sulla passione e morte di Gesù. E’ un servizio quaresimale settimanale chiamato Gorzkie Zale.

San Giovanni Paolo II, durante un’omelia del Mercoledì delle Ceneri ha citato anche una parte dell’inno a memoria:

Vieni, amaro pentimento,
trapassa i nostri cuori.
Scioglietevi, mie pupille!
Sgorgate, sorgenti di meste lagrime!
Il sole, le stelle vengono meno,
si coprono di lutto.
Piangono mestamente gli Angeli,
chi saprà dire il loro duolo?
Le rupi si induriscono,
dai sepolcri si levano i morti.
Domando: che è, che succede?
Tutta la creazione resta sbigottita!
Di fronte al dolore della Passione di Cristo
ci pervade un pentimento inesprimibile!
Gesù, spezza senza indugio
le dure rocce dei nostri cuori!
Spegni l’ardore delle mie passioni,
entrando nell’abisso della tua Passione

Leggi di più:  Vivere da 13 anni senza rapporti sessuali, si puo'! Eduardo Verastegui si racconta