Papa Urbano IV e il Miracolo Eucaristico di Bolsena

Papa Urbano IV e il Miracolo Eucaristico di Bolsena

#UrbanoIV

Il #Papa del #Corpus #Domini E del #miracolo #Eucaristico di Bolsena

Undici Agosto 1264, poteva essere una data come tante altre, un giorno come tanti altri giorni che scorrono nei calendari, e che nulla di speciale o di eccezionale avviene per poterselo ricordare, e invece non fu così!

Quel giorno verrà ricordato come la data nella quale Papa Urbano ascriverà nell’elenco delle feste religiose, una delle più importanti celebrazioni liturgiche ancora oggi in vigore, la festa del Corpus Domini, o forse per noi è più familiare dire la Solennità Universale del Santissimo Corpo e sangue di Cristo.

Il Papa riteneva questa festa dedicata al Corpus Chrstie, non solo importante, ma addirittura fondamentale, e non solo per i fedeli Cattolici di tutto il mondo, ma anche per tutti gli uomini di buona volontà.

Il Papa tenne così tanto alla valorizzazione di questo miracolo Eucaristico, da decidere di fare le cose in grande, tanto da commissionare la composizione musicale di questo inno, a un grande futuro santo della chiesa cattolica Universale, San Tommaso d’Aquino, grande Professore e filosofo e Teologo.

San Tommaso poi diventerà Dottore della chiesa, un santo ammirato e venerato in tutto il mondo, che darà vita ad uno degli inni più belli mai creati per il Corpus Domini, il famoso canto del:

Tantum ergo Sacramentum “

Leggi di più:  L'Isis minaccia " A Roma, sarà un Natale di sangue"