Santa Giovanna D’Arco :testimoniare la Volontà di Dio nonostante tutto

Figlia di contadini, analfabeta, lasciò giovanissima la casa paterna per seguire il volere di Dio, rivelatole da voci misteriose, secondo il quale avrebbe dovuto liberare la Francia dagli Inglesi. Presentatasi alla corte di Carlo VII, ottenne dal re di poter cavalcare alla testa di un’armata e, incoraggiando le truppe con la sua ispirata presenza, riuscì a liberare Orleans e a riportare la vittoria di Patay. Lasciata sola per la diffidenza della corte e del re, Giovanna non potè condurre a termine, secondo il suo progetto, la lotta contro gli Anglo-Borgognoni; fu dapprima ferita alle porte di Parigi e nel 1430, mentre marciava verso Compiegne, fatta prigioniera dai Borgognoni, che la cedettero agli Inglesi. Tradotta a Rouen davanti a un tribunale di ecclesiastici, dopo estenuanti interrogatori fu condannata per eresia ed arsa viva. Fu riabilitata nel 1456. Nel 1920 Benedetto XV la proclamava santa

Carissimi fratelli in Cristo , nel cammino con i santi ci stiamo accorgendo che essi hanno avuto un unico scopo nella loro vita : la Volontà di Dio , la sola cosa che può santificare e rendere la nostra vita luminosa e piena dello stesso Dio. Qualsiasi cosa seppur Santa , ma non immersa e unita alla volontà di Dio non produce quanto il Signore desidera . Al contrario se nel nostro cuore ci mettiamo in ascolto della Parola rivelata nella Sacra Bibbia , che dovrebbe essere il centro della nostra quotidianità e della nostra famiglia come ci consiglia la Regina della Pace leggendo un pezzo di Sacra Scrittura al giorno , e che può entrare in relazione con la nostra anima attraverso quello che il Signore vuole dirci personalmente , noi comprenderemo  il senso della nostra vita ed essa non sarà più insensata e piena di vuoti , ma sarà ricolma di senso , di serenità , di gioia perché avrà comunicato con il Tutto e con il Senso . Giovanna d’Arco si è messa in ascolto della Volontà di Dio e non ha avuto paura di viverla , nonostante le persecuzioni perché aveva riconosciuto che solo in essa c’è il vero bene . Quando Dio ci manda in determinate situazioni difficili o viviamo momenti dove non veniamo capiti , giudicati ed esclusi a causa della nostra fede e questo ci fa soffrire , non dobbiamo temere perché con noi c’è Dio e la sua presenza e volontà ci bastano e ci donano  la perfetta letizia . Se Dio è con noi chi sarà contro di noi? Il mondo può scatenare contro di noi la guerra , ma Dio è il solo capace di trasformare tutto in luce per la nostra vita e per il mondo . Dio ci manda a testimoniare la verità e la sua volontà . Possiamo non essere creduti dal mondo e dalla sua logica mondana , possiamo essere condannati , giudicati , ma nessuno ci potrà togliere la certezza che siamo amati da Dio . Lui sa sempre quello che compie e come lo compie , a noi spetta il compito di fidarci di questo progetto in cui noi non siamo spettatori , ma lettere storte certamente , ma attraverso le quali il Dio dei nostri padri desidera scrivere un capolavoro . Fidiamoci e testimoniamo la verità . Non possiamo dirci credenti davanti al Signore e poi non testimoniare ciò in cui crediamo e ciò che amiamo. La fede non può essere solo un fattore personale , ma deve coinvolgere tutte le persone che ci circondano come il filo della corrente che trasmette energia e anche se non ci dovessero credere , non dobbiamo scoraggiarci , ma sostando davanti al Signore dobbiamo cercare di incrociare lo sguardo del Signore, che ci dona coraggio e forza per proseguire il cammino verso il paradiso .

Leggi di più:  San Cleofa : Gesù cammina con noi

Francesco Pio Petrachi

Per entrare meglio nel mistero