Giovanni Paolo II- Lech Walesa e la nascita di Solidarnosc

Giovanni Paolo II°- Lech Walesa e la nascita di Solidarnosc

In una Polonia profondamente straziata dal Nazismo prima e dal comunismo poi, e a seguito della protesta operaia che ebbe inizio a Danzica nel 1980, un elettricista di nome Lech Walesa, amico di don Karol Wojtyla, decise di dar vita ad un movimento di solidarietà nel quale il popolo polacco, potesse rispecchiarsi e riconoscersi.

Nacque così Solidarnosch, il primo movimento operaio post comunista dell’Europa dell’est.

E’ chiaro che questa idea di libertà operaia, fu subito avallata da Giovanni Paolo II°, che benedisse subito questo bellissimo progetto ideato e voluto dal suo vecchio amico elettricista.

C’è da dire che il popolo polacco, prese molto coraggio dalle parole che il Santo padre pronunciò in quel famoso 22 Ottobre 1978, nel Suo discorso d’inizio Pontificato.

Il Papa disse più volte con forza quel:

Non abbiate paura,

Aprite i sistemi economici come quelli politici,

Solo Dio sa cosa c’è nel cuore dell’uomo,

solo Lui lo sa

E quelle parole fecero davvero tremare la famosa cortina di ferro, per la quale sia il nazismo che il comunismo, avevano potuto trionfare e governare per tutto quel tempo in Polonia e in tutto l’est europeo.

Leggi di più:  San Giovanni Paolo II e la Via Crucis