Il Crocifisso ed il Presepe “DEVONO” restare nelle nostre scuole italiane!

In questi giorni molte #polemiche di nuovo sul #crocifisso nelle #scuole, addirittura in una scuola del nord esattamente a Rozzano (qualche anno fa), Il Preside aveva deciso di cancellare la tradizione natalizia (quindi niente presepe) e rimuovere tutti i crocifissi dalle aule.

Ma ancora più recente è la polemica alla scuola elementare di Palermo a “Ragusa Moleti” dove invece il preside ha vietato di pregare ai bambini ed ha rimosso la statua della Madonna e tutte le immagini del Papa.

Mi chiedo, da cosa nasce questa decisione? Da una motivazione religiosa, tradizionale o personale?

Se gli italiani stessi (atei e credenti) non si battono più, per le loro tradizioni e credenze, allora l’Italia in quale mani rimarrà?

Italiani svegliamoci ma soprattutto, facciamo che questa polemica sui crocifissi svegli le nostre coscienze al punto da ricordarci che siamo cristiani ma soprattutto,  quell’uomo che 2000 anni fa, si fece crocifiggere per noi, tra non molto, rinascerà per ognuno di noi, anche per coloro che di questo crocifisso ne hanno fatto un fastidio!

Rita Sberna

Leggi di più:  Era stata da poco inaugurata la statua del Cristo di Spadari ma subito abbattuta

2 Commenti

  1. Il crocifisso è un simbolo di AMORE ed è parte delle nostre radici ,è il simbolo per cui sono morti moltissimi Cristiani dagli albori della Chiesa;se ai nuovi venuti da fastidio se ne vadano in altri paesi dove è la loro cultura .
    Imparino a rispettare gli usi e le leggi dei paesi che li accolgono-
    IL CROCIFISSO deve perciò restare.

  2. La nostra cultura , le nostre tradizioni, sono intoccabili. Protestiamo , vivamente contro le decisioni di quel preside che ha ordinato “non presepi- no crocifissi. DICIAMO CON VOCE FORTE- IL CROCIFISSO DALLE SCUOLE ITALIANE NON SI DEVE TOGLIERE.

Comments are closed.