José Sánchez del Río : testimoniare la fede nel mondo

José Sánchez del Río, nacque   in Messico da una famiglia solidamente cristiana e si distinse per la sua devozione mariana. Nel periodo della promulgazione delle leggi anticlericali  , chiese a Dio di poter morire in difesa della fede .Venne catturato e messo in carcere. Rifiutò le proposte di liberazione, determinato a dare la sua vita fino in fondo. Torturato quasi a morte, fu ucciso il 10 febbraio 1928, a quattordici anni.

Carissimi fratelli in Cristo , davanti alla storia di questo meraviglioso e grande giovane, il nostro cuore si apre al mistero di Dio , rimanendo stupito dal coraggio della fede di un semplice ragazzo che però era stato conquistato dal messaggio del Vangelo. Cosa spinge un ragazzo di quattordici anni a dare la vita per Dio ?L’Amore . L’Amore per un Dio che ci trasforma , ci rinnova , ci seduce e ci conquista . Quando si incontra Gesù nulla rimane come prima ,entra Dio e il cuore trovando il senso dell’esistenza non lo lascia più (“Cercai l’amore dell’anima mia, lo cercai senza trovarlo, trovai l’amore dell’anima mia,  l’ho abbracciato, e non lo lascerò mai!”) .Proprio così , San Josè ha trovato Dio , certamente aiutato dalla sua famiglia fermamente cristiane e quando la sua società ha iniziato a perseguitare Dio e la Chiesa , lui non si è schierato dalla parte dei facile e del conveniente , ma di Dio , pronto a sacrificare la sua vita per l’Amore. Ci risulta tanto strano vedere un ragazzo di quattordici anni ,così deciso a testimoniare la propria fede , a mettersi in discussione. Spesso i nostri giovani si allontanano dalla fede , rivendicando la libertà persino da Dio , dopo aver celebrato il sacramento della Cresima , che purtroppo diventa “il sacramento dell’addio”. Dobbiamo anche dire che ci sono tanti giovani che nella loro quotidianità si impegnano a testimoniare Dio andando anche controcorrente. Anche noi siamo chiamati a testimoniare Dio nei nostri luoghi di lavoro , nella nostra scuola, nei luoghi dove viviamo ,anche quando il nostro Dio è scomodo e dà fastidio . La missione d’Amore che il Vangelo oggi ci consegna è essere i piedi di Gesù tra le strade del mondo , le Sue mani protese verso l’abbandonato e l’afflitto , il Suo udito per ascoltare i tanti gridi inascoltati , il Suo gusto per gustare il piacere della fraternità e la Sua vista per vedere le ferite dell’uomo da curare e fasciare. Non è semplice portare Dio nel mondo e spesso questo costa incomprensione e derisione , ma è l’esperienza più bella che un uomo possa vivere. Dobbiamo domandare alla S.S Trinità di infondere il Santo Spirito per avere il coraggio della testimonianza , anche quando costa . Dobbiamo vivere l’esperienza del cenacolo , per uscire dai tanti luoghi chiusi che noi ci costruiamo per timore del giudizio del mondo . Usciamo ! Il mondo ormai ha urgente bisogno di riscoprire Dio e adesso tocca a noi portare il Volto dell’Amore. Ci aiuti San José Sánchez del Río ad andare nel mondo con Cristo per portare Dio al mondo e il mondo a Dio , anche se questo costa ….

Leggi di più:  San Bernardo di Chiaravalle:"Guarda la stella, invoca Maria."

Francesco Pio Petrachi

Per entrare meglio nel mistero

 

Articolo precedenteAngelus: “Le mie pecore ascoltano e io le conosco”
Articolo successivo“Abbi fede ! “
Francesco Pio Petrachi
Francesco Pio Petrachi nato nel 2004 a Lecce in Puglia, ha ricevuto la chiamata al Sacerdozio all’età di tre anni che avrà il suo compimento con l’entrata in seminario quando il Signore vorrà. Attualmente frequenta il Liceo Classico e collabora con il suo parroco attraverso il servizio liturgico e guidando un cenacolo di preghiera dedicato a Maria Regina della Pace. Recandosi a Medjugorie si è innamorato di Maria e gli piace pensare che è il suo sposo, da quel pellegrinaggio ha approfondito il suo percorso spirituale anche praticando il culto della Divina Misericordia e della Divina Volontà. Vive nel mondo, tra i giovani della sua età testimoniando il Risorto attraverso il sorriso e la serenità che lo caratterizzano anche nelle minime cose. Collabora con Cristiani Today curando la rubrica settimanale “In cammino con i Santi”.