San Giovanni Paolo II- Quella volta in Abruzzo sul Gran Sasso

Introduzione

 

Il Vasto è una zona pianeggiante dell’Abruzzo situata sull Gran Sasso d’Italia, località tranquilla e serena, adatta per trascorrerci l e vacanze estive e invernali.

 

Sicuramente la pensava così anche il Papa, che per riprendersi del malore avuto in mondo visione durante l’Angelus del Natale 1995, con quella frase choc pronunciata con la mano sul petto:

Scusatemi, non mi sento bene

Decise di trascorrere alcuna ore in un eremo nelle alte vette delle montagne abruzzesi.

Aria pura, breviario in mano croce tenuta al collo, e una lunga visuale su un panorama innevato che profumava della santità dell’eterno di Dio.

Fu un blitz montano, dove solo gli angeli del cielo avrebbero potuto seguirlo, dico queste parole perché il Papa che poi sarebbe diventato santo, aveva una profonda spiritualità, un luminosissimo senso del divino.

Pochi intimi lo seguirono, la stampa italiana ed internazionale era all’oscuro di questo privato del Sommo Pontefice, ma Lui voleva starsene da solo con Dio, in perfetta compilazione con Gesù e con la Madonna.

Don Stanislao Dziwisz, dirà poi che il Santo Padre aveva deciso di partire per quei luoghi, per trovare il grande silenzio, e per compiere in totale solitudine i Suoi esercizi spirituali.

Il Papa camminò per i boschi, si fermò più volte ad osservare tutte le bellezze della natura, di quella stessa natura per la quale era famoso in Polonia, per le sue escursioni con i suoi giovani e con il suo fidatissimo segretario don Stanislao Dziwisz, oggi Cardinale.

Leggi di più:  Pietro Innocenzi “Mi piacerebbe realizzare un film su San Pietro”