Stefano Jurgens “Mi è apparso Gesù era alla mia destra …”

Stefano Jurgens

Nel 1992, ha affrontato un periodo di crisi professionale. Si trovava in una spiaggia deserta e proprio lì fece un incontro speciale che le ha cambiato l’intera esistenza…

Devo ammettere che l’uomo si avvicina al Signore sempre o quasi, nei momenti di difficoltà.
Quando accadde quell’incontro avevo circa 40 anni, non avevo mai pensato a Gesù se non quando feci la prima comunione, dopo crescendo pensavo a tutto quello che la vita mi offriva: le macchine, le donne e quant’altro.
In quel periodo di disperazione avevo deciso di gettare la spugna, attraversavo un periodo di vera crisi professionale e trovandomi in spiaggia a mare da solo, di getto fui spinto a prendere un ramoscello che si trovava sulla sabbia e scrissi il nome GESU’.
In quel momento vidi realmente Gesù accanto a me, stava alla mia destra. E’ stata una vera e propria apparizione, lo vedevo con i miei occhi. Tra me e me, mi sembrava di essere impazzito (eppure non avevo bevuto) era tutto reale. Da allora questo Gesù dalla mia destra, è passato dentro il mio cuore. Da quel giorno cerco di vedere il mondo con gli occhi di Cristo e ho cambiato il mio modo di vivere.

Cos’ha provato nel vedere Gesù realmente accanto a Lei?

Sono caduto nel riposo dello Spirito, ho sentito una grande forza dentro il mio corpo, era come un bruciore accompagnato da una grande pace interiore che mi ha tenuto compagnia per molti mesi.
Da quel giorno non mi interessano più le cose mondane ma cerco tutto ciò che mi parli di Gesù.
E dopo quella volta, cominciai a cercare Gesù in tutte le chiese d’Italia, perché cercavo un Gesù più umano di quello che avevo visto io (stupidamente) perché poi mi resi conto che Gesù è accanto ad ognuno di noi.
Ho cominciato a fare un cammino di fede fino a quando sono entrato a far parte del Rinnovamento Carismatico Cattolico e ho cominciato a pregare in un modo gioioso. Infatti per due volte ho ricevuto l’effusione dello Spirito Santo e sento ancora di più la presenza di Gesù dentro di me.

Leggi di più:  Angelo Russo, un giovane innamorato della Sacra Sindone

1 commento

  1. Quando un esperienza come questa viene fatta da un uomo di spettacolo ci si domanda sempre se il raccontare la propria esperienza sia veramente voglia di dare una propria testimonianza o un modo per farsi pubblicità

Comments are closed.